News & Eventi

Checkpoint Systems è la migliore della categoria secondo una ricerca sulle etichette di sicurezza realizzata da TUV Rheinland

April 26, 2017

I risultati verificati da TUV Rheinland indicano che le etichette RF di Checkpoint Systems superano i prodotti della concorrenza sotto tutti gli aspetti

Milano, 26 aprile 2017Checkpoint Systems, Inc., fornitore leader a livello mondiale di soluzioni RFID e di Sorveglianza Elettronica degli Articoli (EAS) nel settore Retail, annuncia che le proprie etichette a radio frequenza (RF) hanno riportato il miglior risultato dal punto di vista delle performance rispetto ai competitor secondo una ricerca di settore.

I test, condotti in modo indipendente da TUV Rheinland, fornitore globale di servizi tecnici, di sicurezza e certificazione, hanno confrontato una serie di etichette morbide per verificare i parametri chiave che definiscono la qualità delle etichette di sicurezza RF. Sono state messe a confronto 30 soluzioni di diverse dimensioni prodotte da Checkpoint Systems e dai principali produttori e fornitori sul mercato.

Sebbene i Retailer siano in genere maggiormente interessati alle capacità di rilevazione, nell’ambito di questa ricerca sono stati sottoposti a verifica anche altri parametri chiave di rendimento, come la Disattivazione & Riattivazione, che incidono sull’ambiente di vendita, sull’esperienza del cliente e sul rendimento dell’investimento in generale.

Rilevazione potenziata

Data la necessità sempre maggiore di proteggere una gamma più ampia di prodotti, lo sviluppo di etichette più piccole, in grado di offrire capacità di rilevazione simili a quelle delle etichette standard, è diventato una priorità per i Retailer.

I risultati verificati da TUV Rheinland hanno evidenziato che le etichette 4×4 di Checkpoint Systems garantiscono i livelli di rilevazione più costanti, con una percentuale generale dell’89% raggiunta dal modello 410EPAA, mentre hanno addirittura dimostrato che le etichette round di Checkpoint Systems da 33mm hanno un rendimento pari a quelle da 40mm prodotte dalla concorrenza, con una percentuale di rilevazione del 72%, se si considera il modello ECON3810AA. Queste etichette, essendo più potenti e dalle dimensioni ridotte, occupano meno spazio sulla confezione, e garantiscono la visibilità del marchio e delle informazioni importanti per i consumatori.

Miglioramento delle operazioni in cassa

La rapidità delle operazioni in cassa e una disattivazione accurata delle etichette al primo tentativo sono essenziali per ridurre al minimo il numero di inutili falsi allarmi alle uscite, migliorando di conseguenza anche la soddisfazione del cliente.

Parte della ricerca si è concentrata poi sulla facilità di disattivazione delle etichette per gli addetti alle casse. Un rendimento costante sotto questo punto di vista permette al personale di disattivare in tutta sicurezza e rapidamente le etichette RF, riducendo l’attesa per le operazioni in cassa. Le irregolarità di rendimento creano imbarazzo tra i clienti e riducono la conformità degli allarmi, aspetto che incide negativamente sull’investimento in soluzioni di Prevenzione delle perdite.

I risultati del test hanno evidenziato che le etichette Checkpoint raggiungono livelli più costanti di disattivazione, con cinque prodotti dell’azienda presenti nella top 5 e solo due prodotti della concorrenza presenti nella top 10.

Ridurre al minimo il rischio di riattivazione

Le etichette riattivate possono creare due problematiche diverse all’interno del punto vendita. In primo luogo, quando i clienti portano in negozio articoli precedentemente acquistati e ancora etichettati, facendo scattare gli allarmi e creando un fenomeno noto come ” inquinamento da etichette” (Tag Pollution); in secondo luogo, quando le etichette si riattivano nel percorso tra le casse e l’uscita.

I test hanno riguardato due forme diverse di riattivazione, statica e dinamica, in condizioni pensate per riprodurre scenari di vita reale. La riattivazione statica indica la riattivazione spontanea delle etichette, mentre per dinamica si intende quando le etichette si riattivano al momento dell’utilizzo del prodotto, una tipica situazione di vita reale. Percentuali inferiori di riattivazione assicurano una migliore esperienza d’acquisto e riducono al minimo gli allarmi inutili.

Sebbene una serie di etichette abbia fatto registrare una percentuale dello zero per cento al test statico, le etichette RF di Checkpoint Systems sono quelle che hanno mostrato le percentuali di riattivazione più basse del settore alle verifiche statiche.

È preoccupante osservare che oltre la metà dei campioni sottoposti a verifica hanno mostrato una percentuale di riattivazione superiore al quattro per cento nel test di riattivazione dinamica, e, con oltre 6 miliardi di etichette RF vendute in tutto il mondo, questo dato evidenzia un problema potenzialmente grave a livello globale in termini di inquinamento da etichette.

Garantire una protezione alla fonte efficace

Per i Retailer o fornitori che hanno scelto di implementare un programma di protezione alla fonte che comporta l’applicazione automatizzata delle etichette, è fondamentale avere fiducia nella capacità delle etichette RF di sopravvivere al processo di applicazione. Tuttavia, in genere, i Retailer non predispongono i controlli necessari per monitorare in che misura l’applicazione delle etichette RF incide sul loro rendimento.

La ricerca di Checkpoint Systems ha evidenziato come fino al 10 per cento delle etichette dei concorrenti vengono “annullate” durante il processo di applicazione a causa della scarica elettrostatica, senza considerare le etichette non funzionanti presenti nelle bobine fornite.

A seguito di verifiche accurate, nessuna etichetta Checkpoint Systems è stata “annullata” durante il processo di applicazione, con una sola etichetta della concorrenza in grado di uguagliarne le prestazioni. In più, i risultati dei test sulla disattivazione hanno evidenziato che le etichette di Checkpoint Systems occupano le prime cinque posizioni della classifica delle performance migliori.

Sommario

Le attenzioni dei Retailer sono concentrate principalmente sulle capacità di rilevazione delle etichette ma i veri punti deboli si percepiscono in altri ambiti, dove i dati dimostrano che i prodotti Checkpoint Systems riducono al minimo le problematiche, garantendo la massima efficienza all’interno del punto vendita e il massimo ritorno dell’investimento. Le differenze inventariali sono in crescita nella maggior parte delle regioni e dei mercati verticali, tuttavia la spesa media in Prevenzione delle perdite è in calo.  Per questo motivo, è ancora più importante per i Retailer essere certi di ottenere il meglio.

La ricerca conferma che le etichette Checkpoint Systems rappresentano un importante valore aggiunto per le operazioni dei Retailer, migliorando l’esperienza all’interno dei punti vendita e l’efficienza operativa, oltre a ridurre le differenze inventariali grazie ad etichette dalle prestazioni leader di categoria. 

Checkpoint Systems (www.CheckpointSystems.com)

Checkpoint Systems è leader mondiale per le soluzioni di disponibilità della merce nel settore Retail, che comprendono la prevenzione delle perdite e la visibilità della merce. Checkpoint, una divisione di CCL Industries, fornisce soluzioni end-to-end che permettono ai retailer di ottenere una migliore accuratezza dell’inventario, in tempo reale, velocizzare il ciclo di rifornimento delle scorte, prevenire i casi di disassortimento e ridurre i furti, migliorando, quindi, la disponibilità della merce sugli scaffali e l’esperienza del cliente. Le soluzioni Checkpoint si basano su 45 anni di esperienza nel settore della tecnologia a radio frequenza, su soluzioni antifurto innovative e di prevenzione delle perdite, su hardware e software RFID leader di mercato e su funzionalità di etichettatura complete, per etichettare, proteggere e tracciare la merce dalla fonte allo scaffale. I clienti Checkpoint beneficiano dell’aumento delle vendite e dei profitti grazie all’implementazione delle soluzioni di disponibilità della merce, che permettono al prodotto giusto, di trovarsi al posto giusto, quando i clienti sono pronti ad effettuare l’acquisto.

Twitter: @CheckpointSysIT 

CCL Industries

CCL Industries Inc. è leader mondiale nelle soluzioni per l’etichettatura e il packaging per grandi aziende, piccole imprese e consumatori. Ha circa 9.600 dipendenti, distribuiti su 87 impianti in 25 paesi su cinque continenti, con uffici a Toronto, Canada e Framingham, Massachusetts. Per maggiori informazioni: www.cclind.com