News & Eventi

I vantaggi dell’RFID nella shopping experience omnichannel

August 5, 2016

Tra digitale e non, la tecnologia RFID è sempre più importante nei processi della supply chain.

Di Alberto Corradini, Country Manager Italia di Checkpoint Systems.

I numeri parlano chiaro: il mondo digitale è in espansione verso tutti i settori, compreso il retail. In questo ambito, tra le soluzioni proposte dal mercato, la tecnologia RFID – a metà tra digitale online e realtà offline – si afferma sempre più come valido supporto, lungo tutta la supply chain.

CKP_RFID_

PERCHÉ PUNTARE SULL’RFID?

Digitale, intelligente e innovativa, la tecnologia RFID firmata Checkpoint Systems nasce per implementare la visibilità del proprio stock e proteggerne la qualità, l’originalità oltre che per identificare la provenienza dei prodotti. Molti retailers la scelgono per ottimizzare l’esperienza d’acquisto dei propri clienti.

In particolare, Checkpoint Systems da anni conosce il mercato e sa che puntare sull’RFID significa migliorare il flusso della supply chain nei punti vendita: monitorare la disponibilità della merce a scaffale e ridurre l’out-of-stock dei punti vendita. Questo principalmente nel settore dell’abbigliamento. Tanto che si sono rivelate esperienze di successo le collaborazioni con: Gruppo Inditex, C&A, Decathlon e JBC.

Infatti, nell’esperienza omnichannel, la tecnologia RFID pone in comunicazione il magazzino e il punto vendita, per fornire informazioni sulle tempistiche di arrivo e sul posizionamento a scaffale della merce, oltre che sull’evasione degli ordini. Questo porta a un perfezionamento del lavoro inventariale e a una maggiore disponibilità di tempo da dedicare ai clienti.

LA RISPOSTA DEI RETAILERS

In negozio, i retailers sfruttano questa tecnologia lavorando sulla disposizione dei prodotti a scaffale, che vengono individuati con più facilità e immediatezza.

Il vantaggio dei retailers consiste nel rimanere aggiornati sulle tendenze che caratterizzano l’esperienza di acquisto, tramite un software specializzato. Quindi, i dati elaborati possono essere sfruttati per migliorare le performances di negozio. Così si offre una visibilità affidabile e in tempo reale a produttori, distributori, retailers e fornitori di servizi, che così monitorano i processi della supply chain.

 

L’UNICITÁ DELLA SHOPPING EXPERIENCE

L’analisi di questi dati si traduce in una completezza di informazioni, che giungono ai retailers, consentendo loro di guidare il processo d’acquisto e fidelizzare ancora meglio il cliente. Questo avviene attraverso molteplici strategie che i retailers possono implementare per anticipare la domanda del consumatore e rendere lo shopping offline un’esperienza unica.