News & Eventi

RFID & Innovazione. Storie di successo al RFID Journal LIVE

April 29, 2015

Durante l’edizione del RFID Journal LIVE tenutasi dal 15 al 17 Aprile a San Diego, California, hanno partecipato, John Lewis, catena di grandi magazzini, e Luxottica, brand di occhiali di lusso e sportivi, rivelando come ad oggi stanno utilizzando la tecnologia RFID e NFC.

Rupert Thorpe, Senior Manager Selling Support Development, di John Lewis, catena leader di grandi magazzini in Gran Bretagna, ha spiegato come sono avvenuti i primi passi nell’RFID, attraverso la valutazione di un punto vendita sulla categoria scarpe da donna. Sulla base dei risultati di questo progetto, l’applicazione si è spostata sugli abiti da uomo in quattro punti vendita pilota ed in quattro punti vendita di controllo, applicando l’etichettatura alla fonte. Al RFID Journal Live, Thorpe, ha mostrato come hanno recentemente condotto un test su tre negozi, che comprendeva l’integrazione dei loro sistemi precedenti e di 25.000 referenze tra assortimenti moda selezionati, le sfide affrontate e come pensano di implementare la tecnologia RFID a livello di singolo articolo nel 2015.

Luxottica Group, leader nel settore degli occhiali di fascia alta, di lusso e sportivi, utilizza la tecnologia NFC per gestire occhiali invenduti, restituiti dai clienti in 27 paesi europei. Gian Stefano Fantini, Global After Sales Executive di Luxottica, ha presentato il progetto e spiegato come il reparto di post-vendita dell’azienda traccia le attività di accredito, di controllo della qualità, di rifornimento e di confezionamento di quasi 2 milioni di paia di occhiali ogni anno. Un’etichetta rigida NFC dalla forma di un piccolo badge, viene applicata a ciascun articolo con un cordino, consentendo all’azienda di leggere direttamente dal tablet, identificare gli occhiali e registrare tutte le attività successive. Infine Fantini, ha esposto come sono riusciti ad automatizzare i processi di identificazione e di rintracciabilità di Luxottica, in precedenza svolta su moduli cartacei e attività di reporting complesse.

Altri principali Retailer hanno espresso un forte interesse ad espandere RAIN (RA-dio frequency I-dentificatio-N) RFID includendo anche le categorie Salute, Bellezza e Cosmesi e nelle nuove etichette rigide RFID RAIN specificamente progettate per questi prodotti, per così raggiungere obiettivi di gestione automatica del riassortimento e delle scorte.

Visto l’interesse, Checkpoint ha presentato le nuove etichette RFID Slim e Whisper per le categorie salute, benessere, cosmesi, con il chip Impinj R6 Monza di ultima generazione. Le categorie salute, benessere, cosmesi hanno specifici problemi di gestione delle scorte a causa della dimensione ridotta dei prodotti, della complessità delle referenze e dell’imballaggio che impatta sull’esposizione della merce stessa. L’etichetta Slim può essere applicata sulla confezione di numerosi prodotti ed è a prova di manomissione. L’etichetta Whisper ha la forma più piccola della sua categoria e ha un adesivo removibile, che non lascia segni sui prodotti cosmetici.

«Il chip Monza R6 include una tecnologia “Integra” che permette alle etichette RFID RAIN di fornire maggiore affidabilità e precisione dei dati, fondamentali per l’applicazione nel retail», ha commentato Craig Cotton, VP of marketing and product management di Impinj.