News & Eventi

RFID : la svolta 4.0 è possibile con gli incentivi governativi

June 19, 2017

RFID : la svolta 4.0 è possibile con gli incentivi governativi

Di Alberto Corradini, Country Manager Italy

La rivoluzione digitale è ormai una realtà. Dal settore produttivo e industriale, fino ad arrivare a quello dei servizi, la digitalizzazione ha travolto e stravolto diversi aspetti tradizionali a cui eravamo abituati, ampliando le offerte e la loro fruizione, ricontestualizzando la customer experience, mettendo profondamente in discussione il nostro settore industriale e produttivo. Oggi, infatti, innovare e digitalizzare è una priorità assoluta per approdare nell’era 4.0, e, quindi per non perdere opportunità di crescita e competitività.

In questo contesto, il Ministero dello Sviluppo Economico ha varato il Piano Nazionale Industria 4.0, per sostenere e potenziare la politica industriale del nostro Paese, agevolando, di fatto, gli investimenti in tecnologia e digitalizzazione con super e iperammortamenti in percentuali che vanno, rispettivamente, dal 140% – investimenti in beni materiali strumentali nuovi- al 250% – cifra riservata invece ai beni materiali e ai sistemi per questo nuovo concetto di industria. Il Piano Nazionale punta infatti a sostenere e modernizzare il tessuto imprenditoriale, diffondendo la conoscenza riguardo i vantaggi derivanti da questi investimenti, individuando il livello di maturità digitale delle aziende ed evidenziando le relative aree di miglioramento; in questo modo, infatti, è possibile sostenere lo sviluppo e la diffusione delle competenze relative alle tecnologie 4.0, facilitare gli scambi tra le imprese e le strutture di supporto per la digital transformation e il trasferimento tecnologico, e stimolare la ricerca industriale e lo sviluppo sperimantale.

Tra i beni inclusi nel Piano Nazionale e interessati, quindi, da super ed in particolare l’iperammortamento, figurano anche le tecnologie RFID, Radio Frequency Identification, in qualità di sistemi intelligenti e connessi per la marcatura e la tracciabilità dei lotti produttivi e/o dei singoli prodotti, di cui Checkpoint Systems è fornitore leader a livello mondiale. Si tratta, infatti, di una tecnologia chiave, che si inserisce a pieno titolo nel contesto di questa rivoluzione come espressione dell’internet of things. Il tag RFID funziona, infatti, attraverso un chip e un’antenna, che comunicano in radiofrequenza, attivano uno scambio di dati: per questo motivo, è quindi in grado di leggere codici e fornire informazioni, custodite in una potente memoria elettronica, la quale non può nemmeno essere falsificata, perché provvista di un codice seriale identificativo unico. Tutto questo cambia in modo radicale il flusso e la quantità dei dati che vengono trattati grazie alla tecnologia e all’informatica, con benefici che interessano tutte le fasi, dalla supply chain, alla produzione, al time to market, e per i settori più diversi, dall’industria all’alta moda.

Investire in ricerca e sviluppo e innovare, oggi, deve rappresentare una priorità per le aziende italiane, di qualsiasi  settore. A questo proposito, l’introduzione di uno strumento come l’RFID può migliorare la gestione del business a 360 gradi, con risultati essenziali anche in termini di ROI. Se, infatti, considerando le logiche di produzione e gestione, il tag aumenta la tracciabilità e la protezione delle diverse componenti e dei prodotti, velocizzando e aumentando la precisione di questi processi, anche lato cliente i benefici non sono trascurabili. Nel mondo del retail, ad esempio, grazie alla tecnologia RFID è possibile monitorare in modo capillare e in tempo reale gli stock, evitando lo spreco ma anche le vendite perse a causa di prodotti non più disponibili in inventario. Inoltre, in termini di customer experience, sarà possibile offrire al cliente una vera e propria esperienza d’acquisto, strutturata e organizzata secondo le sue effettive necessità, e con una strategia di tipo multicanale, in linea con quella attuata anche lato marketing, e che rispecchi le attuali abitudini di acquisto dei consumatori. A vincere la sfida del futuro, quindi, saranno i retailer in grado di sfruttare il più possibile la tecnologia per rispondere al meglio alle necessità interne e dei propri clienti.

 

Checkpoint Systems (www.CheckpointSystems.it)

Checkpoint Systems è leader mondiale per le soluzioni di disponibilità della merce nel settore Retail, che comprendono la prevenzione delle perdite e la visibilità della merce. Checkpoint, una divisione di CCL Industries, fornisce soluzioni end-to-end che permettono ai retailer di ottenere una migliore accuratezza dell’inventario, in tempo reale, velocizzare il ciclo di rifornimento delle scorte, prevenire i casi di disassortimento e ridurre i furti, migliorando, quindi, la disponibilità della merce sugli scaffali e l’esperienza del cliente. Le soluzioni Checkpoint si basano su 45 anni di esperienza nel settore della tecnologia a radio frequenza, su soluzioni antifurto innovative e di prevenzione delle perdite, su hardware e software RFID leader di mercato e su funzionalità di etichettatura complete, per etichettare, proteggere e tracciare la merce dalla fonte allo scaffale. I clienti Checkpoint beneficiano dell’aumento delle vendite e dei profitti grazie all’implementazione delle soluzioni di disponibilità della merce, che permettono al prodotto giusto, di trovarsi al posto giusto, quando i clienti sono pronti ad effettuare l’acquisto.

Twitter: @CheckpointSysIT

CCL Industries

CCL Industries Inc. è leader mondiale nelle soluzioni per l’etichettatura e il packaging per grandi aziende, piccole imprese e consumatori. CCL è il primo convertitore di materiali per pellicole sensibili alla pressione ed estrusi per svariati utilizzi, decorativo, informativo, funzionale e di sicurezza, destinati a  enti governatvi e grandi multinazionali nei settori consumer packaging, healthcare e chimica, elettronica di consumo e automotive. Inoltre, CCL commercializza, per specifici utenti finali, cilindri in plastica estrusa e laminata, leaflet informativi plissettati, componenti finemente decorate e fustellate, display elettronici, sostrati in polimero per banconote e altri prodotti e servizi complementari. Avery è il primo fornitore mondiale di etichette, supporti convertiti specifici e soluzioni software per facilitare e velocizzare la stampa digitale a casa e in azienda, oltre a prodotti complementari, riservati a distributori e retailer mass market. Checkpoint è leader nello sviluppo di soluzioni RF & RFID per la prevenzione delle perdite e per la gestione dell’inventario, tra cui soluzioni labeling e tagging per il settore moda e retail. Innovia è leader mondiale nella produzione di pellicole progettate per la superficie di etichette, soluzioni per il packaging e di sicurezza specifiche, altamente performanti e multilayer. CCL Container è un produttore leader di barattoli aerosol di alluminio estruso e di bottiglie specifiche per il packaging consumer e per clienti in ambito healthcare, negli Stati Uniti e in Messico. L’azienda è attiva anche in ambito scienza dei materiali, con competenze in estrusione dei polimeri, sviluppo di nastri adesivi, rivestimenti & lamine, progettazione di superfici e metallurgia, distribuiti in cinque segmenti di business. Ha più di 20.000 dipendenti, distribuiti su 154 impianti in 36 paesi su 6 continenti, con uffici a Toronto, Canada e Framingham, Massachusetts.

Per maggiori dettagli su CCL visita il nostro sito – www.cclind.com

Gaia Giannotti

Marketing Manager Italia

Checkpoint Systems

 

 

Competence S.r.l.

Fulvio Fiorentino – Fiorentino@compcom.it

Valentina Tremolada – Tremodala@compcom.it

02 36 74 78 20